Tecnologia per l’ambiente

  

Polo Energie Rinnovabili di Russi

Polo Energie Rinnovabili di Russi

FOTOGALLERY

IL PROGETTO

La centrale a biomasse di Russi si trova nell’area dell’ex zuccherificio, situata nel comune di Russi (RA). L’impianto è di proprietà di PowerCrop Russi S.r.l., società controllata al 100% da PowerCrop S.r.l.


Il "Polo Energie Rinnovabili di Russi" ha ottenuto l’"Autorizzazione alla costruzione e all'sercizio" a seguito di esito positivo della "Valutazione di Impatto Ambientale" con "Delibera della Giunta Regionale dell’Emilia Romagna n. 395 del 28 marzo 2011”.


L’impianto, attualmente è fase di costruzione, sarà messo in esercizio entro la fine del 2018.

 

 

LE CARATTERISTICHE

La centrale è composta da tre sezioni:

  1. Centrale elettrica a vapore di potenza elettrica lorda pari a 30 MWe, che sarà alimentata con circa 270.000 tonnellate all’anno di biomassa lignocellulosica (cippato di legna) di origine agroforestale approvvigionate nel raggio di 70 km dal Polo;
  2. Centrale a biogas di potenza elettrica lorda pari a 0,99 MWe, che sarà alimentata con circa 18.000 tonnellate all’anno di insilato di mais e deiezioni suine per circa 26.000 tonnellate all’anno entrambe di provenienza locale;
  3. Impianto fotovoltaico da circa 300 KWp posto sui tetti degli edifici;

La potenza immessa complessivamente nella Rete Elettrica di Trasporto Nazionale sarà pari a 28 MWe, potenza che permetterà all’impianto di produrre annualmente circa 22,5 milioni di kWh.

La centrale sarà dotata delle migliori tecnologie a disposizione per quanto riguarda l’abbattimento delle emissioni in atmosfera di inquinanti; sono previsti infatti sulla “linea fumi” cinque step di trattamento/abbattimento.

I BENEFICI

OCCUPAZIONALI

  • Occupazione diretta per la gestione della centrale: 30 unità
  • Occupazione indiretta per la gestione della centrale e della filiera: circa 210 unità (FTE - Full Time Equivalent)
  • Fase di costruzione dell’impianto: circa 200 unità per 24 mesi

ECONOMICHE

  • Investimenti in impianti per circa € 135 Milioni
  • Acquisto biomasse per oltre € 17 Milioni/anno
  • Altro indotto per circa € 2 Milioni/anno
  • Benefici al Comune: € 6 Milioni + IMU

AMBIENTALI

  • Energia prodotta pari al consumo di circa 83.000 famiglie
  • CO2 evitata: 117.000 t/a